Azione 1: Stato dell’arte

L’Azione 1 ha previsto la raccolta e l’analisi critica delle informazioni necessarie a definire lo stato dell’arte relativamente al contesto territoriale di riferimento ed alla gestione delle attività di dragaggio e dei sedimenti. Nell’ambito di questa fase sono state condotte analisi dettagliate su casi studio relativi alla gestione dei sedimenti dragati, al fine di individuare possibilità e limiti all’applicazione di queste tecniche sperimentali nei siti considerati. Sono state acquisite informazioni da studi esistenti riguardo alla caratterizzazione quali-qualitativa dei sedimenti dragati nell’area di interesse e sulla presenza di vincoli specifici dei siti.

Attività

  • A.1.1: Raccolta ed analisi dei report disponibili sulla qualità dei sedimenti nei piccoli porti della Regione Emilia-Romagna.
  • A.1.2: Indagini sulla gestione dei sedimenti nei piccoli porti della Regione Emilia- Romagna.
  • A.1.3: Stato dell’arte delle tecnologie disponibili per il trattamento dei sedimenti dragati nei piccoli porti.
  • A.1.4: Selezione di 4 porti per una dettagliata campagna sperimentale.

Beneficiari coinvolti:

Responsabile: ARPA-ER

Download: Report delle sotto azioni

  • Database containing the most relevant information gained from actions 1.1, 1.2 and 1.3 [Deliverable A1.1, 1.2 e 1.3 – Allegato report 7.2.2] [A causa delle sue eccessive dimensioni, questo allagato è disponibile facendone richiesta via e-mail all’indirizzo: lbortoluzzi@labelab.it]
  • Selection of one or more representative sites for pilot-scale plant location and Study report [Deliverable A1.4 – Allegato report 7.2.3] Annex 07.02.03 Deliverable action 1.4 (38)
  • List of authorities contacted for data collection during action 1  [Allegato report 7.2.26] List of Authorities (36)

Sintesi dell’Azione

Fonte dei dati

  • DB Sedimenti Marini che raccoglie tutte le analisi chimiche, fisiche e microbiologiche dal 1996. Costruito nell’ambito del progetto: “Programma di ricerca per la gestione ed il riutilizzo dei sedimenti litoranei”:
    • Dati degli studi di caratterizzazione dei sedimenti dei piccoli porti degli anni 1996-1997 eseguiti da Arpa,
    • Dati sulla Sacca di Goro.
  • Dati quantità e caratteristiche qualitative dei sedimenti da studi e analisi dal 2000 al 2010 recuperati da:
    • Arpa,
    • Uffici Tecnici comunali.

Scelta dei 4 porti

Tra i 9 piccoli porti principali della costa dell’Emilia Romagna (Goro, Porto Garibaldi, Cervia, Cesenatico, Bellaria Igea Marina, Rimini, Riccione, Porto Verde, Cattolica)  ne sono stati selezionati 4 sui quali condurre la campagna di caratterizzazione prevista nell’Action 2. La selezione è stata effettuata sulla base dei seguenti elementi:

  • l’analisi dei primi dati disponibili sulle caratteristiche quali-quantitative dei sedimenti oggetto di dragaggi, ed inseriti nel report relativo all’Action 1;
  • le condizioni generali del trasporto litoraneo e le condizioni di erosione/deposito in cui si trova il tratto del litorale;
  • la rilevanza economica che i porti selezionati hanno nell’ambito della fascia costiera della Regione.

I 4 porti selezionati sono:

  1. Porto Garibaldi,
  2. Cervia,
  3. Cesenatico,
  4. Bellaria Igea Marina.

Veduta aerea  dei 4 porti selezionati (clicca sulle foto per ingrandirle)

Prelievi da due porti

Nel Giugno 2010  sono stati eseguiti alcuni  campionamenti di sedimenti pilota nei porti di Cesenatico e  Bellaria Igea Marina per la taratura dell’impianto di separazione a scala di laboratorio.

clicca sulle foto per ingrandirle

Database:

  • caratterizzazione chimica fisica, microbiologica ed ecotossicologica, 142 campioni, dal 1996 al 2010,
  • quantitativi di sedimenti dragati,
  • vincoli legislativi,
  • attività industriali/commerciali,
  • eventuali aree con restrizioni d’uso.

Tabella riassuntiva: