Azione 2: Caratterizzazione dei sedimenti dragati

Sulla base dei risultati della fase precedente, seguendo i protocolli ISPRA di campionamento e analisi, sono state raccolte informazioni sulla caratterizzazione quali-quantitativa dei sedimenti nell’area di interesse, e sulle caratteristiche specifiche dell’area stessa, attraverso lo studio bibliografico di apposita documentazione e dei contatti presi con i rappresentanti degli Enti locali compresi nell’area di progetto. Il database è stato sviluppato utilizzando alcuni software di progettazione per database come “Visio” ed “ArcGIS Diagrammer”. Il file del database è stato creato in modo che sia compatibile con tutte le versioni Access (a partire dalla versione 2000) e così potrà essere interrogato da tutti i più comuni software GIS compatibili con il file database ESRI. Visti gli scopi di ricerca e riutilizzo per cui vengono caratterizzati i sedimenti è importante evitare alterazioni chimico-fisiche e/o potenziale contaminazione del materiale durante il campionamento. A questo scopo, durante questa azione, sono state:

  • predisposte strategie di campionamento per la caratterizzazione fisico-chimica ed ecotossicologica di sedimenti portuali;
  • predisposto un piano di dragaggio e di campionamento dei sedimenti nei 4 porti selezionati;
  • definito un protocollo contenente i criteri ed i metodi per il campionamento, la conservazione e l’analisi dei sedimenti campionati.

Attività previste

  • A.2.1: Valutazione  delle informazioni disponibili sula qualità dei sedimenti portuali.
  • A.2.2: Progettazione della strategia di campionamento per la caratterizzazione fisico-chimica e ecotossicologica di sedimenti portuali.
  • A.2.3: Progettazione  del dragaggio dei sedimenti e del piano di campionamento per i quattro porti selezionati.
  • A.2.4: Definizione di criteri e metodi per il campionamento, conservazione del campione, test.
  • A.2.5: Campionamento dei sedimenti nei quattro porti selezionati.
  • A.2.6: Analisi sui sedimenti dragati.
  • A.2.7: Elaborazione dei dati.
  • A.2.8: Recensione di adeguate tecniche di dragaggio.

 

Beneficiari coinvolti:

Responsabile: ISPRA      Partecipanti: ARPA-ER, ENVISAN

Download: Report delle sotto azioni

  • Study report (in Italian) [Allegato report 7.2.4] Annex 07.02.04 Deliverable action 2.1 (38)
  • Characterization protocol + Sampling and testing protocol (in Italian) [Deliverable A2.2 e A2.4 – Allegato report 7.2.5] Annex 07.02.05 Deliverable actions 2.2 2.4 (41)
  • Characterization projects [Deliverable A2.3 – Allegato report 7.2.6] Annex 07.02.06 Deliverable action 2.3 (32)
  • Dredging of about 60 sediments samples (in Italian)[Deliverable A2.5 -Allegato report 7.2.7] Annex 07.02.07 Deliverable action 2.5 (37)
  • Physical/chemical, microbiological and eco-toxicological data on sediments  [Deliverable A2.6 e A2.6 – Allegato report 7.2.8] [A causa delle sue eccessive dimensioni, questo allagato è disponibile facendone richiesta via e-mail all’indirizzo: lbortoluzzi@labelab.it]
  • Electronic datasheets containing physical/chemical, microbiological and ecotoxicological data on sediments [Deliverable A2.6 e A2.6 – Allegato report 7.2.9]
  • Report about appropriate dredging techniques [Deliverable A2.8 – Allegato report 7.2.10] [A causa delle sue eccessive dimensioni, questo allagato è disponibile facendone richiesta via e-mail all’indirizzo: lbortoluzzi@labelab.it]

 

Sintesi dell’Azione

A.2.1 – Valutazione  delle informazioni disponibili sula qualità dei sedimenti portuali

Valutazione delle informazioni disponibili sulla qualità dei sedimenti nei porti di interesse In questa fase sono state raccolte informazioni sulla caratterizzazione quali-quantitativa dei sedimenti nell’area di interesse, e sulle caratteristiche specifiche dell’area stessa, attraverso lo studio bibliografico di apposita documentazione e dei contatti presi con i rappresentanti degli Enti locali compresi nell’area di progetto. Il database è stato sviluppato utilizzando alcuni software di progettazione per database come Visio” ed ArcGIS Diagrammer”. Il file del database è compatibile con tutte le versioni Access a partire dalla versione 2000 per consentire di poter essere interrogato da tutti i più comuni software GIS compatibili con il file database ESRI. clicca sulle immagini per ingrandirle Scarica qui il documento relativo all’Azione 2.1   Report A.2.1 (1041)

A.2.2, A.2.3, A.2.4

Visti gli scopi di ricerca e riutilizzo per cui vengono  caratterizzati i sedimenti è importante evitare alterazioni chimico-fisiche e / o potenziale contaminazione del materiale durante il campionamento. Conservare correttamente i campioni serve alla conservazione inalterata delle proprietà originali fisico-chimiche e biologiche di sedimenti. Prelievi errati e mal conservazione dei campioni possono alterare i risultati analitici. Mantenere l’integrità del campione è quindi di fondamentale importanza al fine di poter ottenere risultati attendibili. A questo scopo sono state:

  • predisposte strategie di campionamento per la caratterizzazione fisico -chimica e ecotossicologica di sedimenti portuali;
  • predisposto un piano di dragaggio e di campionamento dei sedimenti nei 4 porti selezionati
  • definito un protocollo contenete i criteri ed  i metodi per il campionamento, la conservazione e l’analisi dei sedimenti campionati

nelle pagine delle singole azioni troverete una sintesi del lavoro effettuato ed i documenti di dettaglio contenti i criteri  da adottare per il prelievo dei sedimenti; i requisiti tecnici per la scelta del sistema di posizionamento,  le metodologie da seguire per le determinazioni analitiche sui  campioni prelevati.Tali documenti sono stati realizzati  in accordo con le procedure generalmente adottate nell’ambito delle caratterizzazioni ambientali dei siti di bonifica di interesse nazionale.

A.2.2 Progettazione della strategia di campionamento per la caratterizzazione fisico -chimica e ecotossicologica di sedimenti portuali.

A.2.3 Progettazione  del dragaggio dei sedimenti e del piano di campionamento per i quattro porti selezionati.

A.2.4 Definizione di criteri e metodi per il campionamento, conservazione del campione, test. 

A.2.5 Campionamento dei sedimenti nei quattro porti selezionati.

A.2.6 Analisi sui sedimenti dragati.

A.2.7 Elaborazione dei dati.

A.2.8 Recensione di adeguate tecniche di dragaggio.