Azione A.2.2

A.2.2 – Progettazione della strategia di campionamento per la caratterizzazione fisico -chimica e ecotossicologica di sedimenti portuali

Il campionamento dei sedimenti, finalizzato ad una caratterizzazione ambientale, deve essere eseguito nel modo il più possibile indisturbato al fine di evitare un’alterazione fisico-chimica e/o una potenziale contaminazione dei campioni prelevati, che falserebbe i risultati delle analisi cui devono essere sottoposti. Mantenere l’integrità del campione è di fondamentale importanza, in quanto favorisce la conservazione della struttura originale del sedimento e non modifica le sue caratteristiche fisico-chimiche e biologiche. A sua volta, la scelta della strumentazione da utilizzare per il campionamento sarà funzione degli obiettivi dell’indagine, della tipologia del sedimento (fine o grossolano) e dimensionata in virtù del quantitativo necessario per le analisi e del target della caratterizzazione (profondità del fondale, distanza delle stazioni di campionamento dalla costa, lunghezza della carota da prelevare, ecc). Sono stati definiti in particolare:

  • i criteri di scelta del sistema di rilevamento del posizionamento
  • i criteri di scelta dell’imbarcazione
  • i criteri  di scelta della strumentazione di campionamento

Il documento di output dell’Azione 2.2 è un un protocollo destinato a servire come manuale di formazione per essere utilizzati da operatori coinvolti a diversi livelli nella caratterizzazione dei sedimenti. Il documento è stato combinato con l’output dell’azione 2.4 (il protocollo di campionatura ed analisi delle procedure), viste le  interrelazioni tra le due azioni e la necessità di una armonizzazione delle normative in materia.

Alcuni esempi:

Caratterizzazione

La caratterizzazione è stata effettuata  tramite la creazione  di un sistema a maglie regolari di  dimensione variabile in funzione dell’area di indagine

 

Clicca sull’immagine per ingrandirla

Esempio del sistema di caratterizzazione mediante maglie  su Porto Garibaldi.

Clicca sull’immagine per ingrandirla

Parametri da rilevare

Schema riassuntivo della caratterizzazione ambientale nei porti individuati. Sulla totalità dei campioni prelevati si analizzano i seguenti parametri:

  • Metalli pesanti  (analisi eseguite  da UNI ROMA)
  • Carbonio organico (TOC) o sostanza organica totale  (analisi eseguite  da UNICA)
  • Granulometria;
  • pH;
  • Potenziale redox;
  • Peso specifico;
  • Azoto totale;                                        (analisi eseguite  da ISPRA)
  • Fosforo totale;
  • Policlorobifenili (PCB);
  • Pesticidi organoclorurati;
  • Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA);
  • Idrocarburi (≤C12);
  • Idrocarburi (>C12)                                 (analisi eseguite  da ARPA)
  • TBT;
  • Indagini ecotossicologiche (saggi biologici).

Scarica il documento relativo all’azione 2.2 e 2.4 

[download id=”28″]